Skip to content Skip to footer

Nel quarto trimestre 2023  l’ Ue ha importato prodotti energetici per un valore di 111,3 miliardi di euro, per un totale di 187,9 milioni di tonnellate.

Le importazioni sono diminuite sia in valore (-34,2%) che in massa netta (-11,7%) rispetto allo stesso periodo del 2022.

Confrontando il 2023 con il 2022, il valore dei prodotti energetici è diminuito del 35,0%, mentre il volume è diminuito del 9,4%. La variazione del valore delle importazioni è stata in gran parte determinata dal calo dei prezzi.

Nel 2023 il valore del gas naturale importato è diminuito del 52,2% rispetto al 2022, mentre il volume è diminuito del 16,1%. Questo calo dei prezzi del gas naturale ha fatto seguito a un’impennata dei prezzi nel 2022, quando è stato registrato un aumento del valore del 200,4% insieme a una diminuzione dello 0,7% del volume importato.

La diminuzione dei volumi dovrebbe essere vista nel contesto del piano di riduzione dell’Ue , in cui i paesi dell’Ue si sono impegnati a ridurre il consumo di gas almeno del 15%. Tale piano inizialmente copriva il periodo dal 1° agosto 2022 al 31 marzo 2023 ma è stato prorogato fino al 31 marzo 2024.

La diminuzione dei prezzi degli oli petroliferi ha portato a una diminuzione del 17,2% del valore importato nel 2023 insieme a una diminuzione del 2,8% in volume. Anche gli oli di petrolio hanno registrato un aumento dei prezzi nel 2022, con l’Ue che ha importato il 71,2% in più in valore per un aumento del 7,7% in volume rispetto al 2021.

Norvegia e Stati Uniti: principali fornitori di energia

La maggior parte delle importazioni dell’Ue di oli di petrolio nel quarto trimestre del 2023 proveniva dagli Stati Uniti (17,0%), seguiti da Norvegia (13,1%) e Kazakistan (9,2%). Più della metà del gas naturale allo stato gassoso proveniva dalla Norvegia (53,4%). Segue l’Algeria con il 15,9%, davanti alla Russia (12,7%). Gli Stati Uniti hanno fornito quasi la metà del gas naturale liquefatto importato (49,4%), davanti a Russia (13,0%) e Algeria (11,1%).

 

 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment