Skip to content Skip to footer

Nel 2022, il numero medio di autovetture  ogni 1.000 abitanti nell’Ue era 560. Nel decennio 2012-2022, il numero medio è aumentato del 14,3% (da 490 a 560 autovetture ogni 1.000 abitanti).

L’Italia ha il numero più alto con 684 autovetture ogni 1.000 abitanti, seguita da Lussemburgo (678), Finlandia (661) e Cipro (658). Nel frattempo, la Lettonia ha il tasso più basso con 414 autovetture ogni 1.000 abitanti, seguita da Romania (417) e Ungheria (424).

I dati mostrano che i paesi dell’Ue centrale e orientale hanno registrato tassi di crescita elevati tra il 2012 e il 2022. Tra i paesi dell’Ue, la Romania ha registrato la crescita più elevata di autovetture per 1.000 abitanti (+86,2%; +193), seguita dalla Croazia (+44,8% ; +152), Ungheria (+40,9%; +123), Slovacchia (+40,1%; +135) ed Estonia (+39,7%; +181).

I trattori stradali sono aumentati del 45,2% dal 2012 al 2022 

Nel 2022, il numero medio di trattori stradali (ai quali sono agganciati semirimorchi) per 1 000 abitanti nell’UE è stato di 4,8, con un aumento del 45,2% dal 2012 al 2022 (da 3,3 a 4,8), riflettendo una crescita elevata del trasporto merci su strada.

Se si esamina il numero di trattori stradali per 1.000 abitanti, nel 2022 hanno dominato i paesi del Baltico e alcuni membri dell’Ue centrale e orientale. I tassi più elevati sono stati registrati in Lituania (una media di 17,3 trattori stradali per 1.000 abitanti), seguita dalla Polonia (12,9 ), Estonia (9,5), Ungheria (9,3) e Romania (8,8). All’estremità opposta dello spettro c’erano Repubblica Ceca (0,3), Svezia (0,9), Austria e Malta (entrambi 2,2), Cipro e Grecia (entrambi 2,3). I bassi tassi di motorizzazione a Cipro e Malta possono essere spiegati dalla geografia delle loro isole e dalle conseguenti limitazioni per il trasporto stradale a lunga distanza.

Dal 2012 al 2022, 3 paesi hanno più che raddoppiato il tasso di motorizzazione dei trattori stradali: Romania (+127,4%), Croazia (+121,5%) e, con un tasso relativamente elevato già nel 2012, Lituania (+101,8%). Ulteriori tassi di crescita elevati sono stati registrati per Polonia (91,2%) e Slovenia (82,9%).

Un notevole calo del tasso di motorizzazione dei trattori stradali tra il 2012 e il 2022 è stato registrato in Repubblica Ceca (-61,9%). Il calo è stato meno marcato in Lussemburgo (-15,4%) e Malta (-13,0%).

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...