Skip to content Skip to footer

Finanziati, dalla Commissione, 171 nuovi progetti Life in materia di ambiente e clima in tutta Europa. Dotazione 396 milioni

La Commissione europea ha approvato 171 nuovi progetti in tutta Europa nell’ambito del programma Life per l’ ambiente e l’azione per il clima, per un valore di oltre 396 milioni di Eur. Grazie al fabbisogno di cofinanziamento, il programma mobiliterà un investimento totale di oltre 722 milioni di Eur, il che rappresenta un aumento del 28,5 % rispetto allo scorso anno. I progetti di quasi tutti i paesi dell’Ue beneficeranno del sostegno nell’ambito di programmi  di natura e biodiversità; economia circolare e qualità della vita; mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici; e la transizione verso l’energia pulita.

I progetti Life contribuiscono al conseguimento dell’ampia gamma di obiettivi climatici, energetici e ambientali del Green Deal europeo, compreso l’obiettivo dell’Ue di diventare climaticamente neutra entro il 2050. Sostengono la biodiversità e il ripristino della natura, migliorano la qualità della vita degli europei riducendo gli inquinanti e le emissioni di gas a effetto serra, aumentano la circolarità nell’economia e la resilienza ai cambiamenti climatici e accelerano la transizione verso l’energia pulita in tutta Europa.

Uno dei maggiori progetti in materia di natura e biodiversità coinvolge 13 Stati membri dell’Ue e altri paesi europei che affrontano la questione delle catture accessorie nelle acque dell’Atlantico settentrionale, del Baltico e del Mediterraneo. Guidato dai Paesi Bassi, il progetto mira a ridurre al minimo — e ove possibile eliminare — le catture accessorie nelle regioni interessate, in linea con la strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030.

Per promuovere un’ economia e una qualità della vita più circolari, un progetto in Bulgaria promuoverà il consumo sostenibile, la prevenzione e la raccolta differenziata dei rifiuti, coinvolgendo le autorità locali, le imprese e i cittadini. Il progetto mira a mostrare in che modo il tradizionale smaltimento in discarica in Bulgaria può essere sostituito da nuovi sistemi di raccolta e riciclaggio dei rifiuti porta a porta.

A sostegno della mitigazione dei cambiamenti climatici, un progetto francese mira a dimostrare la fattibilità tecnica ed economica di un sistema fotovoltaico innovativo ed efficiente in termini di costi prima di immetterlo sul mercato. La tecnologia consiste in pannelli solari bifacciali sospesi al di sopra di siti non sfruttati quali canali, bacini e serbatoi. Questa tecnologia contribuirà a generare più energie rinnovabili, a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e a ridurre la concorrenza per l’uso del suolo.

Un nuovo progetto multinazionale sosterrà inoltre la transizione verso l’energia pulita nella catena del valore Horeca (alberghiera, ristorante, catering) in sette paesi dell’UE. Il progetto mira a formare oltre 500 lavoratori e a coinvolgere circa 10 000 portatori di interessi nel settore alberghiero e della ristorazione per risparmiare energia equivalente a 390 milioni di lampadine all’anno.

29 progetti per la natura e la biodiversità, con un bilancio totale di quasi 211 milioni di Eur (di cui circa 140 milioni di Eur da parte dell’Ue) ripristineranno gli ecosistemi di acqua dolce, marini e costieri e gli habitat; migliorare lo stato di conservazione di uccelli, insetti, rettili, anfibi e mammiferi; migliorare la governance; sostenere l’attuazione e il rispetto della pertinente legislazione dell’Ue, quali le direttive Uccelli e Habitat e la strategia dell’Ue sulla biodiversità per il 2030. In tal modo contribuiranno anche all’attuazione, da parte dell’Ue, dell’ accordo globale sulla biodiversità di Kunming/Montreal.

I progetti Life mobiliteranno oltre 298 milioni di Eur, di cui oltre 94 milioni di Eur messi a disposizione dall’Ue per contribuire all’ economia circolare e migliorare la qualità della vita.

Un totale di 36 progetti sarà incentrato sull’ uso dell’acqua, sui rifiuti elettrici, sulle sostanze chimiche, sull’inquinamento atmosferico e acustico per contribuire a migliorare la qualità della vita dei cittadini dell’Ue e a sviluppare tecnologie a sostegno del piano d’azione per l’economia circolare.

Inoltre, cinque progetti miglioreranno la governance e l’informazione ambientali consentendo ai consumatori di vivere senza sostanze tossiche e di compiere scelte alimentari sostenibili, e aiutando i comuni ad adottare le migliori pratiche nella gestione dei rifiuti e ad attuare il Green City Accord. L’Ue contribuirà con circa 6 milioni di Eur per un bilancio totale del progetto di quasi 10 milioni di Eur.

in totale, 34 progetti per un valore di circa 110 milioni di eur (di cui l’Ue fornirà circa 65 milioni di Eur) contribuiranno alla mitigazione dei cambiamenti climatici, all’adattamento ai cambiamenti climatici e alla governance e alle informazioni relative agli effetti dei cambiamenti climatici. Promuoveranno l’attuazione della normativa europea sul clima e della strategia dell’Ue di adattamento ai cambiamenti climatici agevolando la transizione verso un’economia europea climaticamente neutra, sostenibile e resiliente.

Tali progetti riguardano, tra l’altro, la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra; gli assorbimenti di carbonio nei terreni agricoli e forestali; sistemi alimentari sostenibili; energie rinnovabili e miglioramenti dell’efficienza energetica; alternative rispettose del clima ai gas fluorurati a effetto serra; adattamento ai cambiamenti climatici nelle zone urbane e rurali, nonché maggiore preparazione agli eventi meteorologici estremi quali ondate di calore e inondazioni.

67 progetti con un bilancio totale di oltre 102 milioni di Eur (di cui circa 97 milioni di Eur messi a disposizione dall’Ue) miglioreranno le condizioni di mercato e normative nell’Ue per la transizione verso l’energia pulita, in particolare promuovendo e diffondendo soluzioni di efficienza energetica e di energie rinnovabili su piccola scala.

Tali progetti sostengono l’attuazione delle politiche in materia di efficienza energetica ed energie rinnovabili stabilite nel upiano RepowerEu e nel pacchetto “Pronti per il 55 %”, nonché gli obiettivi generali dell’Unione dell’energia.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...