Skip to content Skip to footer

Giappone ed Europa coopereranno nel riciclaggio delle batterie per veicoli elettrici

Il Giappone e l’Europa insieme per il riciclaggio delle batterie per veicoli elettrici. Sarà istituito, infatti, un sistema di condivisione delle informazioni sui siti di estrazione e sui fornitori dei minerali utilizzati per la loro produzione, secondo quanto riportato da Nikkei.

Il sistema, che sarà lanciato entro il 2025, mira a contrastare la Cina, fornitore dominante di metalli rari come il litio.L’obiettivo principale è quello di condividere le informazioni sui materiali utilizzati nelle batterie attuali e di consentirne la tracciabilità, impedendo così i flussi in uscita dai propri territori.

Secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia (Aie), la Cina lavora e raffina il 65% del litio mondiale, un componente chiave delle batterie per veicoli elettrici. La Cina rappresenta anche la metà di tutti i progetti di costruzione di impianti di raffinazione in programma fino al 2030.

Condividendo le informazioni sulle catene di produzione e di approvvigionamento dei materiali, le aziende giapponesi ed europee possono procurarsi congiuntamente i materiali, ridurre i costi e facilitare lo sviluppo collaborativo di componenti per batterie ad alta efficienza.

L’Unione Europea ha deciso di introdurre nella regione norme che impongono il riciclaggio di materiali per batterie Ev come il litio e il cobalto.

Il sistema consentirà alle aziende giapponesi con certificazione Uranos di essere automaticamente certificate nell’Ue. (Ice Tokyo)

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...