Skip to content Skip to footer

Gruppo Volkswagen fonda una società di intelligenza artificiale

In futuro, i prodotti digitali basati sull’intelligenza artificiale

giocheranno un ruolo fondamentale per il Gruppo Volkswagen. Le nuove applicazioni di infotainment e di navigazione, il riconoscimento vocale ad alte prestazioni, le funzioni estese del veicolo e la profonda integrazione degli ecosistemi digitali nell’auto porteranno notevoli vantaggi ai clienti, migliorando l’esperienza del prodotto. Per questo, il Gruppo Volkswagen ha creato una società specializzata, l’Ai Lab, che fungerà da centro di competenza e incubatore con respiro globale, identificherà nuove idee di prodotto per il Gruppo e le coordinerà al suo interno. Al bisogno, ciò includerà anche la collaborazione con il settore tech in Europa, Cina e Nord America. Con questo approccio, il Gruppo Volkswagen intende semplificare la collaborazione con le aziende tecnologiche al fine di sfruttare al meglio il potenziale innovativo e la velocità del settore Ai.

 

L’obiettivo è sviluppare rapidamente prototipi digitali e trasferirli ai Brand del Gruppo per l’implementazione

 

“Vogliamo offrire ai nostri clienti un vero valore aggiunto tramite l’intelligenza artificiale. Puntiamo a collegare gli ecosistemi digitali esterni con il veicolo, creando un’esperienza di prodotto ancora migliore” ha affermato Oliver Blume, Ceo del Gruppo Volkswagen e di Porsche Ag. “La collaborazione con le aziende tech è di fondamentale importanza per noi. In futuro, renderemo la cooperazione ancora più semplice in termini di organizzazione e cultura”.

Il Gruppo Volkswagen si impegna a integrare costantemente nuovi prodotti digitali basati sull’intelligenza artificiale nei propri veicoli e a offrire ai clienti un valore aggiunto che vada oltre l’auto.

Tra le altre cose, il Gruppo vede un notevole potenziale nel riconoscimento vocale ad alte prestazioni e nei servizi che collegano gli ambienti digitali degli utenti con il veicolo. Altrettanto importanti saranno le funzioni estese, come per esempio cicli di ricarica elettrica ottimizzati dall’intelligenza artificiale, la manutenzione predittiva e la connessione in rete dei veicoli con le infrastrutture, come le case dei clienti (“smart home”).

L’Ai Lab non produrrà modelli di serie, ma fungerà da incubatore per il Gruppo Volkswagen. L’azienda identificherà in tutto il mondo nuove idee di prodotto legate all’intelligenza artificiale e successivamente svilupperà i concept più promettenti insieme ai partner, se necessario, per produrre i primi prototipi. L’Ai Lab avrà un team di esperti di intelligenza artificiale e lavorerà a stretto contatto con tutti i Brand. Il Consiglio di Sorveglianza sarà formato da rappresentanti di alto livello dei gruppi di Brand del Gruppo Volkswagen.

L’organizzazione snella e strutturata dell’Ai Lab e il coinvolgimento diretto dei gruppi di Brand nel Consiglio di Sorveglianza consentiranno una comunicazione alla pari nel vivace settore dell’intelligenza artificiale, accelerando i processi e semplificando la collaborazione tra l’industria automobilistica e le aziende tech.

“Con l’Ai Lab combiniamo competenze tecnologiche, flessibilità e soprattutto velocità in collaborazione con partner esterni: sarà cruciale in un settore altamente dinamico come quello dell’AI” afferma Michael Steiner, Responsabile per Ricerca e Sviluppo del Gruppo Volkswagen e Membro del Consiglio Direttivo di Porsche Ag con responsabilità per Ricerca e Sviluppo. “Porteremo sul mercato progetti promettenti, insieme a partner se necessario, a prescindere dagli accordi esistenti e da altre relazioni legate alla produzione in serie”.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...