Skip to content Skip to footer

Milano, GovTech Forum, primo convegno sulla digitalizzazione nella Pa

Oltre 100 esperti e istituzioni da tutto il mondoa Milano, per  GovTech Forum,  primo convegno sulla digitalizzazione nella pubblica amministrazione. L’evento si terrà il 28 febbraio negli spazi di Talent Garden Calabiana. Si è tenuta, nella Sala Brigida di Palazzo Marino, la conferenza di presentazione di GovTech Forum per la Prosperità dei Paesi: una giornata di workshop, incontri e contributi che il 28 febbraio 2024 porterà a Milano, negli spazi di Talent Garden Calabiana, oltre 100 esperti e istituzioni da tutto il mondo a confrontarsi sulle prospettive nel settore della trasformazione digitale dei servizi di pubblica utilità.

L’evento internazionale – organizzato da Feel con il patrocinio del Comune di Milano, di Cassa Depositi e Prestiti e di Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) – si propone, per la prima volta in Italia, di approfondire obiettivi e leve di sviluppo del GovTech, inteso non solo come adozione di tecnologie innovative da parte della pubblica amministrazione, ma come politica per la prosperità del Paese, con i suoi importanti impatti economici e sociali.

“Il mercato del GovTech vale oggi ben 116 miliardi di Euro in Europa; il 27% delle risorse del Pnrr è sul digitale, di cui 6,74 mld di Euro per la digitalizzazione della Pa. Sono investimenti con un enorme potenziale moltiplicatore di sviluppo economico e sociale”, ha dichiarato Simone De Battisti, founder di Feel. “Secondo il GovTech Maturity Index 2022 della Banca Mondiale, l’Italia si colloca tra i Paesi più avanzati nel processo di transizione digitale della Pa, nelle strategie, nei piani e negli strumenti (fatturazione elettronica, piattaforma Io, Spid, PagoPa), con ancora ampi margini di miglioramento, se pensiamo solo all’impatto dell’Intelligenza Artificiale nell’accelerazione dei servizi al cittadino ed alle imprese. L’Italia ha il potenziale per realizzare una leadership europea se rafforza il piano di sviluppo dell’ecosistema govtech nazionale e locale, anche oltre e dopo il Pnrr”.

“Il Govtech, la tecnologia al servizio del governo del territorio, coinvolge processi, competenze, persone, il potenziale dell’intelligenza artificiale e pone la pubblica amministrazione al centro di una grande sfida. Gli obiettivi e le risorse del Next Generation Eu per la transizione sostenibile sono una leva unica: per Milano significa la messa a terra di progetti per la digitalizzazione finanziati dal Pnrr con oltre 18 milioni di euro, ma anche la mobilitazione di un sistema di partner che riunisce Pmi, operatori privati, investitori, società civile, università e pone i cittadini al centro di ogni innovazione. Modernizzare la macchina pubblica e realizzare servizi più semplici, efficienti, sicuri e accessibili a tutti si sta traducendo per Milano in un impegno a investire in formazione e cultura e a creare ponti per condividere le migliori pratiche, come stiamo facendo con Eurocities, il Lisbon Council, la Cities Coalition for Digital Rights e con le cooperazioni con altre grandi città come Amsterdam, Barcellona, Londra, Helsinki”, ha dichiarato Layla Pavone, Responsabile Coordinamento Board Innovazione Tecnologica e Trasformazione Digitale del Comune di Milano.

“La mission di Mastercard è mettere in connessione e rafforzare un’economia digitale inclusiva a vantaggio di chiunque in ogni area del mondo, grazie a transazioni sicure, semplici, smart e accessibili. L’accelerazione del processo di digitalizzazione dell’amministrazione pubblica è un fattore critico per lo sviluppo economico del paese. Fornendo accesso a soluzioni e servizi innovativi per la pubblica amministrazione – oltre a mobilitare l’ecosistema GovTech del paese – Mastercard intende rafforzare il suo ruolo centrale per lo sviluppo di un’economia digitale più inclusiva e sostenibile”, ha commentato Nicola Villa, Executive Vice President, Public Sector di Mastercard.

“Feel è un laboratorio attivo dedicato al GovTech e organizziamo il GovTech Forum per promuovere la nostra visione che vede le istituzioni pubbliche come motori del progresso e dell’innovazione. Attraverso questa iniziativa puntiamo a dimostrare come il settore pubblico possa affrontare le sfide globali e guidare la trasformazione digitale, in linea con i nostri valori di supporto al progresso umano e all’abilitazione degli innovatori a partire dal contesto italiano ed europeo”, ha dichiarato Andrea Landini, founder di Feel.

“Il GovTech Forum si rivela non solo un terreno fertile per la condivisione di studi e analisi, ma anche una fucina di soluzioni concrete: dai nostri tavoli di lavoro emergeranno 3 policy-brief focalizzati su competenze digitali e attrazione di talenti per la PA, l’implementazione del GovTech nei territori e lo sviluppo di ecosistemi dell’innovazione GovTech. Queste proposte saranno le nostre guide per navigare e stimolare lo sviluppo del settore nei suoi punti chiave”, ha dichiarato infine Marcello Coppa, founder di Feel. 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...