Skip to content Skip to footer

Parma unico Ateneo italiano nel nuovo progetto di ricerca europeo d’ambito quantistico

Gruppi di ricerca di quattro continenti per la realizzazione di nuovi strumenti per le tecnologie quantistiche. Al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma parte un nuovo progetto di ricerca europeo d’ambito quantistico. Il progetto s’intitola Q-Dynamo (Quantum Dynamic Control of Atomic, Molecular and Optical Processes) ed è parte del programma europeo Horizon-Tma-Msca-SE-2022. Oggetto della ricerca è il controllo dei sistemi quantistici alla base dei metodi sviluppati a Parma. Il progetto è guidato da Teodora Kirova dell’Università di Riga (Lettonia) e si avvale della collaborazione di gruppi di ricerca di quattro continenti (Germania, Giappone, Italia, Lettonia, Nuova Zelanda e Usa). L’Italia è rappresentata dalle Università di Parma e Pisa. Per l’Università di Parma sono coinvolti il docente Sandro Wimberger, che da tempo lavora su questi temi, e il suo gruppo.

Questo progetto europeo, insieme a un altro del gruppo Wimberger afferente al Prin 2022 e intitolato Quantum Atomic Mixtures: Droplets, Topological Structures, and Vortices, punta alla realizzazione di nuovi strumenti per le tecnologie quantistiche. Entrambi rappresentano un’importante occasione di interscambio di idee e persone con istituzioni nazionali, europee ed extraeuropee, conferendo all’Università di Parma un ruolo rilevante nel panorama scientifico e tecnologico internazionale.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...