Skip to content Skip to footer

Piano Strategico di Poste Italiane prosegue nella traiettoria di crescita sostenibile

Il piano strategico quinquennale di Poste Italiane “2024 – 2028  Strategic Plan – The connecting platform”, disegnato per prosperare sulle fondamenta poste con i piani ‘Deliver22’ e ‘2024 Sustain & Innovate’.
Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane, presieduto da Silvia Maria Rovere, ha approvato la Relazione Finanziaria Annuale per il 2023 – contenente sia il bilancio d’esercizio di Poste Italiane sia il bilancio consolidato del Gruppo Poste Italiane per il 2023 – che conferma i risultati preliminari consolidati per il 2023 annunciati precedentemente.

Principali punti strategici

Nuovo modello di servizio commerciale che massimizza il valore della piattaforma:

Copertura dei clienti retail ottimizzata e supportata da soluzioni digitali.

Trasformazione dell’ufficio postale, da spazio dedicato alle transazioni a luogo relazionale, focalizzato sulla costruzione e il mantenimento di solide relazioni con i clienti. Rinnovato focus sul segmento della clientela costituito da piccole e medie imprese.

Trasformazione logistica

Costruzione di una rete tecnologica orientata al futuro, per diventare un operatore logistico end-to-end, trasformando la rete postale in un network sempre più guidato dalla gestione dei pacchi.

Sviluppo di una Joint Venture nel settore immobiliare per la gestione del business dei pacchi e per lo sviluppo di nuovi magazzini per la contract logistics.

Utilizzo della tecnologia per migliorare l’efficienza operativa e la customer experience.

La SuperApp, che incorpora il nuovo wallet per pagamenti, sarà completamente personalizzata rispetto al profilo del singolo cliente e, grazie a tecnologie all’avanguardia e all’Intelligenza Artificiale, costituirà un punto di accesso unico all’ecosistema di Poste Italiane, consentendo un’esperienza completa che massimizza il potenziale di cross e up-selling.

Trasformazione tecnologica come dorsale per la crescita sostenibile, migliora la customer experience e la fedeltà, contribuendo a generare valore attraverso iniziative di cross e up-selling.

La razionalizzazione dei costi, attuata con un approccio conservativo e finalizzata all’efficienza, accompagna la strategia di trasformazione.

Continui investimenti in formazione e sviluppo, numerose iniziative di diversità e inclusione per promuovere la partecipazione delle nostre persone e l’innovazione.

Sostegno alla coesione sociale ed economica del paese e riduzione del digital divide attraverso il Progetto Polis. Entro il 2026, circa 7.000 uffici postali nei piccoli comuni saranno trasformati in hub di servizi digitali, per un accesso rapido e facile ai servizi della Pubblica Amministrazione. Inoltre, verranno messi a disposizione dei cittadini 250 spazi di co-working.

Continua il percorso del Gruppo verso la carbon neutrality prevista entro il 2030, fissando nuovi obiettivi per migliorare la visibilità a lungo termine.
Nuova società benefit “Poste Mobility” e introduzione di un Indice Green, ad ulteriore supporto della decarbonizzazione della logistica.

Obiettivo di aumentare la produzione di energia rinnovabile di +40GWh nel periodo 2020-2026, attraverso l’installazione di pannelli fotovoltaici per una superficie totale di 150.000 mq.

Decarbonizzazione del portafoglio investimenti, con l’obiettivo Net Zero entro il 2050. 

Principali dati finanziari di gruppo

Ricavi di Gruppo si attestano a € 13,5 miliardi nel 2028, in crescita di circa il 3%1 (Cagr 2023-28), con contributi positivi da tutti i segmenti di business.

Risultato operativo2 (Ebit) si attesta a € 3,2 miliardi nel 2028, in crescita di circa il 4% (Cagr 2023-28), con il contributo di tutte le unità di business che più che compensa l’incremento dei costi. Utile netto pari a € 2,3 miliardi nel 2028, in crescita di circa il 4%3 (Cagr 2023-28).

Le Attività Finanziarie Investite4 (Afi) dei clienti crescono fino a € 624 miliardi nel 2028 (pari a € 581 miliardi nel 2023), supportate da una gestione proattiva del portafoglio dei clienti e da una gamma rinnovata dei prodotti del Risparmio Postale, nonché da un coverage specialistico dei clienti Affluent+ che supera l’80%. Capex 2024-2028 autofinanziati dal Gruppo pari a circa € 5,0 miliardi.

Posizione finanziaria netta in Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione da -€2.8 miliardi nel 2023 a -€0.8 miliardi nel 2028, con un miglioramento della generazione di cassa sottostante.

Incremento sostenibile di cassa e capitale alla base di un’ampia e diversificata distribuzione a monte dei dividendi da parte delle controllate, a sostegno di una accresciuta politica di dividendi del Gruppo: da un dividendo proposto per azione pari a € 0,80 nel 2023 a non meno di € 1,0 (Dps) a partire dal 2026, che cresce dal 2023 del 7% annuo con almeno il 65% di pay-out ratio previsto in arco piano. Il remittance ratio di Poste Vita si attesta al 100% dal 2024, fornendo ulteriore flessibilità. La copertura del dividendo pari ad oltre 1,5 volte il suo importo nell’arco di piano, fornisce ulteriore flessibilità finanziaria.

Il commento di Del Fante

Nel commentare i risultati, Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, ha dichiarato:
“Il percorso di trasformazione di Poste Italiane è iniziato nel 2017 con il primo piano strategico e una semplice ambizione: massimizzare il valore per i nostri clienti e diventare la rete di distribuzione più efficace e affidabile d’Italia.
Siamo, tuttavia, andati oltre e ci siamo affermati come la più grande piattaforma phygital in Italia, basandoci sull’integrazione di molteplici punti di contatto e creando un ecosistema omnicanale, nel quale tutte le componenti della piattaforma si completano vicendevolmente. Abbiamo investito sul digitale, sui dati e sui nostri business, mettendo al centro la nostra ampia base clienti.
Con questo nuovo piano strategico stiamo rimodellando il nostro business, per cogliere una crescita sostanziale: con il Nuovo Modello di Servizio Commerciale progettato per ottimizzare il valore della nostra piattaforma, e con la trasformazione logistica, che fa evolvere il nostro modello in una rete all’avanguardia, preservando la sostenibilità finanziaria del business della corrispondenza e dei pacchi.
Nei Servizi Finanziari, svilupperemo ulteriormente la segmentazione della nostra clientela affidandola a consulenti finanziari specializzati; riusciremo così a coprire al meglio tutte le esigenze, adattando la nostra rete ai clienti invece di chiedere a loro di adattarsi a noi.
Nei Servizi Assicurativi, il nostro focus è mantenere una crescita costante nel settore Investimenti e sfruttare la crescente domanda e la bassa penetrazione della Protezione nel mercato italiano.
I Servizi Postepay hanno raggiunto l’obiettivo di creare un ecosistema di pagamenti open, centrato sui pagamenti digitali a cui si sono aggiunti servizi per la casa e la famiglia, come fibra ed energia, sfruttando la piattaforma omnicanale di Poste Italiane.
L’introduzione della SuperApp, con il digital payment wallet al suo centro, e l’evoluzione costante delle nostre proprietà digitali creeranno più valore per i clienti, consentendo loro di scegliere l’esperienza omnicanale preferita e aumentare la nostra redditività.
Tutto questo si basa su una maggiore rilevanza dei nostri canali digitali, che è il risultato di importanti investimenti tecnologici effettuati per favorire un concreto approccio omnicanale della piattaforma che abbiamo sviluppato. La nuova SuperApp è la punta dell’iceberg di questa evoluzione tecnologica, che consente l’integrazione del business e conferma il ruolo di Poste Italiane come “Platform Company”.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...