Skip to content Skip to footer

Estratto delle dichiarazioni del Primo Ministro della Svezia Ulf Kristersson a chiusra del semestre di Presidenza del Consiglio Ue

La Svezia ha fatto molta strada verso l’eliminazione dei combustibili fossili eliminando gradualmente le caldaie a petrolio e l’energia a carbone. Insieme al Portogallo, la Svezia ha le emissioni pro capite più basse dell’intera Ue. Ma serve di più. Il cambiamento climatico e il degrado ambientale sono problemi transfrontalieri che richiedono soluzioni transfrontaliere.

 

La politica climatica della Svezia

 

deve essere costruita su basi europee. L’Ue ha adottato uno dei pacchetti climatici più ambiziosi al mondo – Fit for 55 – sotto la presidenza della Svezia Ora l’Ue ha una causa comune con obiettivi comuni e tutti gli Stati membri si stanno assumendo la loro parte di responsabilità. Quando 450 milioni di europei intraprenderanno la transizione, ciò farà la differenza a livello globale. La silvicoltura sostenibile svedese è importante per la transizione non solo in Svezia ma in tutta Europa. Il governo sta collaborando con la Finlandia per creare una maggiore comprensione dell’importanza delle foreste. Le foreste non solo fungono da serbatoi di carbonio e sono un prerequisito per la biodiversità, ma sono anche fondamentali per sostituire i materiali fossili e ridurre le nostre emissioni.

 

L’energia nucleare ha anche un ruolo cruciale

 

nella produzione di elettricità senza combustibili fossili nell’Ue. Il governo sta lavorando duramente per garantire che sia l’energia nucleare convenzionale che i piccoli reattori modulari possano essere utilizzati come energia rinnovabile in condizioni di parità nell’Ue. Stiamo lavorando a stretto contatto con altri paesi dell’Ue che fanno parte dell’”alleanza nucleare. Nella mia prima Dichiarazione di politica governativa, ho affermato che la Svezia sarebbe stata un membro attivo, impegnato e proattivo dell’Ue – prima, durante e ora dopo la nostra Presidenza. Gli affari europei non sono un lusso, di cui il governo deve occuparsi quando il tempo lo consente”

 

Ue più verde, più sicura e più libera

 

era l’obiettivo quando la Svezia ha assunto la presidenza del Consiglio dell’Unione europea il 1° gennaio 2023.  E grazie al Fit for 55, il pacchetto sul clima più ambizioso al mondo, la Svezia ha dato una svolta al processo di transizione verde. Questa nuova legislazione cambia le regole del gioco per la politica climatica perché tutti gli Stati membri devono fare la loro parte mentre l’Ue assume la guida dell’azione per il clima. Il pacchetto comprende norme per le infrastrutture di ricarica in tutta l’Ue, il divieto di vendita di nuove auto a benzina e diesel a partire dal 2035, carburanti più sostenibili nel settore marittimo e aereo ed energie rinnovabili. La nuova politica climatica dell’Ue rappresenta un grande successo per l’azione per il clima ed è fondamentale affinché l’Ue diventi il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050. Attraverso Fit for 55, l’Ue aumenterà gli obiettivi di riduzione delle emissioni di biossido di carbonio in tutta l’UE e in tutti gli Stati membri. Gli Stati dovranno raggiungere obiettivi climatici vincolanti.

 

I ringraziamenti

 

 “Voglio ringraziare calorosamente la Presidenza svedese per una presidenza molto metodica, attiva, energica e seria. Abbiamo avuto una grande cooperazione durante tutta la Presidenza. Grazie mille per questa eccellente Presidenza e per tutto il lavoro svolto”, ha affermato il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

“Voglio congratularmi con la presidenza svedese di grande successo. Grazie per la vostra leadership, grazie per il vostro duro lavoro e molte grazie per l’eccellente cooperazione”, ha affermato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

“È stato davvero gratificante e molto divertente avere la Presidenza, ma anche tanto duro lavoro! Esattamente come dovrebbe. Naturalmente non sono neutrale, ma credo che la Presidenza svedese sia stata un successo. Questa terza presidenza svedese è ormai terminata. Ma gli sforzi per rendere l’Europa più sicura, più verde e più libera continuano”, ha affermato il Primo Ministro Ulf Kristersson.

 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Potrebbe interessarti anche...